CARLA BARDA Travel Designer - Milano

| 02 23164045 | 3428533153 | carla.barda@traveldesigner.vip

ITINERARI

UZBEKISTAN, DAL LAGO DI ARAL A SAMARCANDA

Durata

12 giorni / 11 Notti

Itinerario

Tashkent – Nukus – Lago d’Aral – Moynaq – Nukus – Khiva – Buchara – Shakhrisabz – Samarcanda

Costo per persona

A partire da
2.050,00 euro – escluso voli

Descrizione

1° giorno: Milano/Roma – Tashkent
Partenza con volo di linea per Tashkent.
Cena e pernottamento a bordo

2° giorno: Tashkent
Arrivo all’aeroporto internazionale di Tashkent, disbrigo delle formalità doganali , incontro con l’autista guida e, dopo la prima colazione in un locale tipico, inizio della visita della città vecchia con le sue moschee, le sue madrase e l’imperdibile Bazar Chorzu, pricipale mercato della capitale autentico tripudio di colori e profumi .
La visita della città prosegue nel pomeriggio e comprende alcune delle più belle stazioni della metropolitana

3° giorno: Tashkent – Nukus – Lago d’Aral
Prima colazione di primissimo mattino e trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo per Nukus, capitale della regione autonoma del Karakalpakstan, nell’estremo ovest. All’aeroporto di Nukus incontro con l’autista guida e partenza per il lago d’Aral. Sul percorso breve sosta presso il lago Soudoche. Pranzo al sacco e proseguimento per il lago d’Aral attraverso un paesaggio surreale e desertico. Un tempo il lago, chiamato anche mare d’Aral, alimentato dai fiumi Amu Darya e Sir Darya, era il quarto lago più vasto al mondo, ma la costruzione di canali d’irrigazione a beneficio di un’agricoltura estensiva e l’uso indiscriminato di diserbanti e antiparassitari in epoca sovietica, ne hanno decretato il progressivo scomparire: in alcuni punti la linea della costa si è ritirata di oltre centocinquanta chilometri e la salinità delle acque è superiore a quella oceanica.

4° giorno: Lago d’Aral – Moynaq – Nukus
Prima colazione e passeggiata lungo la riva del lago. Sulla strada di ritorno a Nukus, sosta a Moynaq, un tempo vivace porto di pescherecci, oggi cimitero di barche arrugginite arenate su una sorta di deserto salato; il lago è a oltre cento chilometri di distanza.

5° giorno: Nukus – Khiva
Prima colazione e al mattino visita al museo di Igor Savitsky, noto come “Louvre della Steppa”. Qui sono raccolte le opere dei pittori anticonformisti messe al bando dal regime sovietico.
Proseguimento per Khiva attraverso il deserto Kyzyl Koum.

6° giorno: Khiva
Prima colazione in hotel e giornata dedicata alla visita della città, capitale del regno timuride nel XVI secolo. Un’antica leggenda narra che la città trae le sue origini da Sem, il figlio di Noe che, avendovi trovato un pozzo, avesse esclamato “Khi-va”, ossia acqua dolce.
Visita guidata di Ichon-Qala, la splendida città fortificata gfricca di moschee, madrase e mausolei dichiarata dall’Unesco Patrimonio dell’Umanità. La visita comprende il complesso Kunya Ark, dove per secoli vissero i regnanti, le Madrase di Amin Khan e di Kuli Khan, la Moschea di Juma con oltre duecento colonne in legno che ne sorreggono il tetto, il Palazzo di Pietra e il Mausoleo di Makmud Pakhlavan.

7° giorno: Khiva – Buchara
Prima colazione e partenza per Buchara. Tappa di trasferimento attraverso il Deserto Rosso lungo la Via della Seta.

8° giorno: Buchara
Prima colazione e giornata dedicata alla visita di Buchara: Piazza Layabi-Hauz con i suoi alberi di gelso, le Madrase di Nodir Devanbeghi e di Kulkadash, la Moschea Magoki-Attari, la più antica e la più mistica della ragione: sotto di essa furono trovati resti di un tempio zoroastriano e di uno buddista. Imperdibili il Minareto Grande costruito nell’XI secolo che faceva da faro alle carovane dirette alla città, la Moschea Kalon che poteva ospitare fino a dodici mila persone e distrutta da Gengis Khan, la fortezza dell’Ark, distrutta e ricostruita innumerevoli volte e nucleo intorno al quale si sviluppò la città, la Moschea Bolo-Khau e il Mausoleo dei Samanidi

9° giorno: Buchara – Shakhrisabz – Samarcanda
Prima colazione e partenza per Shakhrisabz, la città verde, novanta chilometri a sud di Samarcanda conosciuta come la città di Tamerlano. Imperdibili le rovine del Palazzo Bianco, il complesso Doru Tilavat e la Moschea di Kok-Gumbaz dalla splendida cupola blu.
Pranzo e proseguimento per Samarcanda.

10° giorno: Samarcanda
Prima colazione e giornata dedicata alla visita della città: il Museo di Afrasiab, il Mausoleo di Gur-Emir, dove sono sepolti Tamerlano e i suoi discendenti, il Registan con le sue madrase, la Moschea di Bibi-Khanim, dedicato alla moglie prediletta, il Bazar Siab e la necropoli di Shakhi-Zinda con le moschee e i mausolei finemente decorati.

11° giorno: Samarcanda – Tashkent
Prima colazione in hotel e proseguimento della visita di Samarcanda, nome leggendario al pari di Timbuctu e Babilonia e snodo importantissimo sulla Via della Seta fino alla fine del XVI secolo, inizio del suo declino. Simbolo e cuore della città il Registan, fra le più belle piazze al mondo con le sue tre madrase; la visita di Samarcanda prosegue con l’osservatorio astronomico di Ulug Beg e il Mausoleo di San Daniar.
Treno veloce per Tashkent

12° giorno: Partenza
Prima colazione in hotel e, in base al volo di ritorno, mattino libero, o trasferimento in aeroporto per l’imbarco sul volo di ritorno in Italia

RICORDA CHE
Gli itinerari proposti sono indicativi,
sono una prima ispirazione, ogni viaggio viene progettato su misura per Te, per darti la miglior esperienza emozionale.

Adesso…

Raccontami la tua idea di viaggio, la tipologia di viaggio i luoghi che vorresti visitare, quando partire e in quanti sarete…

Vi ricontatterò rapidamente con già delle soluzioni personalizzate da condividere e su cui confrontarci per arrivare a disegnare il vostro viaggio perfetto.

Ti tranquillizzo, anche io odio lo spam e ti assicuro che i tuoi dati non saranno condivisi con nessuno e non sarai iscritto a nessuna mailing list senza il tuo esplicito consenso e, certamente, non usando questa form.

5 + 11 =

© CARLA BARDA | P.Iva 11162870965 | Privacy - Cookie

02 23164045 | 3428533153 | carla.barda@traveldesigner.vip